Italy, mare.it: mare, vela, diving, noleggio barche, pesca, charter, hotel, delfino, nave
italiano english
newsletter 
Home   Il Mare    Scuole di vela   
I movimenti del Mare
La vita nel Mare
La temperatura
Caratteristiche chimiche
Livello e oscillazioni
Maree

Benessere
Le Terme ad Ischia
Da Vedere
Isola d'Ischia
Fauna Marina
Mediterranean Dolphin Conservation
Scuole di Vela
Scuola di Vela Yacht Club Vela.it
news

Maree



Con questo termine si indicano le sollecitazioni provocate dall'attrazione gravitazionale di un corpo sopra un altro. Ogni corpo dell'universo (pianeta, stella o minuscolo asteroide che sia) esercita un'azione gravitazionale (e quindi causa maree) sugli altri. In pratica per•, siccome l'attrazione gravitazionale diminuisce moltissimo con la distanza ed è tanto pi- piccola quanto pi- piccolo e meno denso è il corpo che la esercita, gli unici corpi che determinano maree sensibili sulla Terra sono la Luna ( piccola, ma vicina) e il Sole (lontano, ma grande). Questi due corpi esercitano la loro attrazione su tutta la Terra, cioè sull'acqua, sull'aria e sulle rocce. Cosicchè, oltre alle maree classiche, quelle che si verificano nell'acqua facendone innalzare e abbassare periodicamente il livello, ci sono alte maree assai meno facilmente percettibili dagli uomini: le maree terrestri e le maree atmosferiche. Le maree atmosferiche interessano la massa d'aria che circonda la Terra e, trattandosi di aria, è impossibile vederne le deformazioni. Esistono però strumenti, i barometri, che misurano la pressione che l'aria esercita sulla superficie terrestre: la pressione misurata dal barometro varia, oltre che per altre cause, anche per la diversa attrazione esercitata ogni giorno dal Sole e dalla Luna. Le maree terrestri sono costituite dal periodico innalzarsi e abbassarsi della superficie delle rocce e del terreno su cui posa i piedi l'uomo.Dato che le rocce sono rigide oppongono una notevole resistenza a questi movimenti, che perciò sono così piccoli da non essere rilevabili se non con strumenti molto sensibili. Nel mare, negli oceani e persino nei grandi laghi e fiumi, invece, il fenomeno della marea è ben visibile: due volte al giorno, quando un punto della Terra e quello ai suoi antipodi passano sotto la verticale della Luna, si ha l'alta marea. Il fenomeno si complica per il fatto che anche il Sole esercita un'attrazione sensibile. Se il Sole e la Luna sono allineati tra loro (e questo accade quando c'è Luna piena o Luna nuova) le attrazioni dei due corpi si sommano: in questo caso avremo la massima ampiezza di marea (è questa la cosiddetta marea sizigiale). Quando le linee, che uniscono il centro della Luna e il centro del Sole con quello della Terra, non sono allineate e sono disposte invece in modo da formare un certo angolo tra loro, l'ampiezza delle maree è minore e raggiungeil minimo quando l'angolo è retto; sono queste le maree di quadratura. L'altezza raggiunta dalla marea cambia notevolmente a seconda della localit..., della profondit... dell'acqua, dell'andamento delle coste. Nel Mediterraneo in genere l'altezza della marea è di circa 50 cm. Lungo le coste dell'alto Adriatico, però, il livello del mare può alzarsi o abbassarsi rispetto al normale di olte 1 metro. La marea più alta della Terra si registra nella baia di Fundy, dove raggiunge i 20 m di altezza e periodicamente un muro d'acqua alto come una casa di 7 piani si abbatte sulla spiaggia o si ritira.

Le massime maree

localit...

Baia di Fundy (Nuova Scozia; Canada) - 20.0 m

Foce del Rio Gallegos (Argentina) - 18.0 m

Baia di Frobisher (Canada) - 17,4 m

Foce del Fiume Severn (Gran Bretagna) - 16,3 m

Baia del Mont-Saint-Michel (Francia) - 14,7 m

Foce del Fiume Fitzroy (Australia) - 14,0 m

Saint-Malo (Francia) - 13,3 m

Bhaunagar (India) - 12,4 m

Foce del Rio Colorado (Messico) ampiezza - 12,3 m


Suggerimenti

News
Download
Faq
Site map
Webmaster: Gaetano Patalano
Projectmanager: Massimo Pilato
mare.it è partner di www.ischia.it